Goodbye Prague

E un’altro lungo viaggio è terminato, un viaggio durato quasi due anni a Praga. Due anni strani, con incontri, scontri e tanta pioggia (mentre scrivo fuori piove ed il livello della Moldava sta salendo di nuovo). Due anni che comunque vadano le cose in futuro lasceranno un segno nella mia vita per le persone che ho incontrato e per come sono cambiato io.
Leggi tutto “Goodbye Prague”

In a time lapse

Lo scorso primo aprile, al Centro Congressi di Praga, ho assistito ad un concerto di Ludovico Einaudi con questo titolo. Il concerto è stato fantastico ed indimenticabile, ma non è di questo che voglio parlare.

Il concerto, ed il titolo dell’album di Einaudi, sono solo l’appiglio per parlare di un tema che da un po’ mi fa riflettere molto, il tempo.

Leggi tutto “In a time lapse”

La pioggia infinita…

“Piovve per quattro anni, undici mesi e due giorni. Ci furono epoche di pioviscolo durante le quali tutti si imposero i loro vestiti di pontificale e si composero una faccia di convalescente per festeggiare la spiovuta, ma ben presto si abituarono a interpretare le pause come annunci di rincrudimento. Si disselciava il cielo con tempeste di strepito, e il nord mandava uragani che sguarnirono tetti e sfondarono pareti, e sradicarono le ultime ceppate delle piantagioni. Come era successo durante la peste dell’insonnia, che Ursula si trovò a ricordare proprio in quei giorni, la calamità andava ispirando difese contro il tedio”. – Cent’anni di solitudine – Gabriel García Márquez

Leggi tutto “La pioggia infinita…”